Guestbook, kitabu cha wageni, diario degli ospiti.

È usanza che nei villaggi africani ce ne sia uno e chi passa di lì, per starci un giorno o per fermarsi nel tempo, metta il proprio nome e la data. Si registrano così partenze, passaggi, arrivi, persone, ma solo si possono immaginare le storie che portano con sé.
Prende spunto da questa tradizione africana il nostro guestbook: un libro che ci racconta l'Africa vista con gli occhi degli studenti del SISM – Segretariato Italiano Studenti di Medicina che decidono di trascorrere un mese della propria carriera universitaria in uno dei progetti di Medici con l'Africa Cuamm. Da Tosamaganga, in Tanzania, o da Wolisso, in Etiopia, saranno proprio gli studenti a raccontarci mese dopo mese non solo arrivi e partenze ma anche pensieri, scorci, vite di un mondo lontano dalle aule universitarie da cui sono partiti.
Ma lontano, poi, esiste davvero?
Wolisso project. SISM con l'Africa.
Dalle aule universitarie alla terra rossa dell'Africa sub-sahariana il passo non è poi così difficile da compiere: ci vuole energia, desiderio di conoscenza, voglia di mettersi in gioco e scoprire la medicina di un luogo 'altro'. (…)

Una vita nuova!

Chiara, 26 anni
Università di Ferrara

Mi colpiscono le risate fragorose e sincere, l’allegria e il conoscere persone nuove.
Io sono qui:
Wolisso,
Etiopia

05/05/2017- Oggi abbiamo toccato una vita nuova!! Un’emozione travolgente!
Le donne etiopi sono di una forza impressionante, affrontano il parto con estrema sopportazione del dolore e dignità nonostante per molte sia ancora causa di gravi danni per il bimbo.

chiaras 1

Una nuova avventura

Marta, 25 anni
Università di Pavia

Sono una persona solare e spontanea: arrossisco spesso! Amo dipingere, leggere e praticare yoga (quante passioni si riscoprono staccandosi un po' dai libri di studio!).
Io sono qui:
Wolisso,
Etiopia

02/05/2017- Non vedo l'ora di iniziare questa avventura a Wolisso, esplorare un piccolo angolo di Africa e immergermi in una cultura con odori, colori e sapori nuovi! (Ok devo ammettere che amo molto anche cucinare e mangiare, spero di imparare anche qualche ricetta locale da questa esperienza!).
Sono con Chiara in aeroporto a Dubai, aspettiamo il volo per Addis Abeba e ci circonda il lusso ostentato. Abbiamo le palpebre piene di sonno e il fonendo nello zaino.
Mi sento davvero pronta?
Sicuramente emozionata e positiva.

Voglia di comunicare

Chiara, 26 anni
Università di Ferrara

Mi colpiscono le risate fragorose e sincere, l’allegria e il conoscere persone nuove.
Io sono qui:
Wolisso,
Etiopia

02/05/2017- Oggi è stato il primo giorno di sole e il primo giorno in ospedale! Due cose emozionanti insieme! Dopo 4 giorni di brutto tempo finalmente sentiamo il caldo africano tipico dei primi di maggio, qui tutti speriamo che duri e che le piogge precedenti non siano un anticipo delle grandi piogge dei mesi estivi.

Leggi tutto

La prima magia dell'Africa

Chiara, 26 anni
Università di Ferrara

Mi colpiscono le risate fragorose e sincere, l’allegria e il conoscere persone nuove.
Io sono qui:
Wolisso,
Etiopia

29/04/2017- Siamo arrivate nel pomeriggio all'aeroporto di Addis e appena uscite abbiamo incontrato un viso rassicurante che ci domanda "Cuamm?" e ci carica su una jeep nera con destinazione sede centrale!

Leggi tutto

Analogie e differenze italo-africane

Francesca, 25 anni
Università di Udine

Mi piace ridere, giocare e stare in compagnia. Non mi piacciono l'incoerenza e la pigrizia.
Io sono qui:
Tosamaganga,
Tanzania

24/03/2017 - È vero: la Tanzania è completamente diversa rispetto all'Italia. Teli di cotone dai colori sgargianti, che usano come vestiti ma anche come asciugamani, pannolini o fasce per trasportare i bambini piccoli, avvolti intorno alle schiene delle madri (non esistono né carrozzine né passeggini).

Leggi tutto

Un po’ di consigli

Francesca, 25 anni
Università di Udine

Mi piace ridere, giocare e stare in compagnia. Non mi piacciono l'incoerenza e la pigrizia.
Io sono qui:
Tosamaganga,
Tanzania

20/03/2017 - Ciao a tutti i lettori, vi fornisco informazioni che mi sarebbe stato utile ricordarmi alla partenza:

Leggi tutto

Paradossi

Francesca, 25 anni
Università di Udine

Mi piace ridere, giocare e stare in compagnia. Non mi piacciono l'incoerenza e la pigrizia.
Io sono qui:
Tosamaganga,
Tanzania

20/03/2017 - Oggi nel reparto di pediatria ci sono 21 bambini ricoverati. Di questi, 12 hanno una diagnosi di malnutrizione. Prima di arrivare qui in Africa naturalmente avevo già sentito parlare del problema della malnutrizione, ma tendevo a semplificarlo: "c'è povertà e la gente non ha i soldi per procurarsi cibo a sufficienza", pensavo. Qui invece ho scoperto che è una situazione molto più complessa.

Leggi tutto

Festeggiare la festa della donna a Wolisso

Arianna, 26 anni
Università di Pavia

Amo l'oceano, la musica, il cibo, le belle chiacchierate.
Io sono qui:
Wolisso,
Etiopia

20/03/2017- Non è stato un 8 Marzo come tutti gli altri. Io di solito detesto l'8 marzo: si festeggiano le donne solo per poter vendere dei fiori che nemmeno trovo belli e avere una scusa per pubblicare l'ennesima fotografia filtrata sui social.
Quest'anno però è stato diverso.ariannab 1

Leggi tutto

"Tanti auguri" in tutte le lingue del mondo

Erica, 24 anni
Università di Trieste

Gran chiacchierona, ritardataria cronica, dimentico a casa l'ombrello nei giorni di pioggia ma ho lo zaino sempre pronto per ogni avventura.
Io sono qui:
Wolisso,
Etiopia

14/03/2017- Oggi ho festeggiato il mio 24esimo compleanno qui a Wolisso.
La sera ci siamo ritrovati in Guest House con tutti i farengì (come chiamano noi bianchi qui in Etiopia) per una cena all'italiana cucinata da noi (mancano molto i piatti della mamma!). È stato bello vedere come persone praticamente sconosciute possano ritrovarsi e sentirsi quasi una famiglia, condividendo il poco che si ha e godendo del semplice “stare insieme”.

Leggi tutto

Sorrisi

Erica, 24 anni
Università di Trieste

Gran chiacchierona, ritardataria cronica, dimentico a casa l'ombrello nei giorni di pioggia ma ho lo zaino sempre pronto per ogni avventura.
Io sono qui:
Wolisso,
Etiopia

09/03/2017- Oggi pomeriggio io e Arianna abbiamo deciso di scambiarci di posto: lei andrà in sala parto con Ailu (un ostetrico bravissimo e simpaticissimo), mentre io seguirò Marta (l'internista) e Alfredo (un cardiologo che è qui per qualche settimana) in medicina interna e in ambulatorio.

Leggi tutto

Condividi

Facebook Twitter Email Print
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa